Per gli utenti Naturopati, dopo aver analizzato la candidatura, la commissione, previa lettura e analisi del vostro curriculum, provvederà ad inviarvi una email per un colloquio on-line.

Nel colloquio sarà cura della nostra commisione attestare le capacità dell’operatore richiedente ed eventualmente ammetterlo nella piattaforma

I naturopati iscritti alla piattaforma naturopatadok, sono tenuti ad aderire ad un codice deontologico qui di seguito riportato.

Il rinnovo della quota associativa alla piattaforma è stabilito annualmente, se l’iscritto non adempisse al rinnovo, verrà avvisato tramite e-mail se ciò non avvenisse, il naturopata verrà rimosso dal portale.

Codice deontologico del Naturopata Professionista.

 

Il Naturopata ricopre il ruolo di consulente nel campo della salute e di educatore a stili di vita, abitudini alimentari, rapporti con l’ambiente, atti alla salvaguardia dello stato di salute.

La sua opera è imperniata sul concetto di prevenzione e sulla valorizzazione dell’equilibrio psico-somato-emozionale.

Il Naturopata basa la sua attività professionale sull’applicazione di diverse discipline energetiche, olistiche  e naturali. Egli ne conosce in maniera approfondita più di una ed è in grado di scegliere di volta in volta la più idonea per il caso che gli si presenta.

Il Naturopata è un facilitatore della presa di coscienza da parte del cliente delle modalità attraverso le quali egli perde lo stato di benessere. Il Naturopata si adopera per la responsabilizzazione del cliente riguardo al suo stato di salute, in quanto crede che soltanto la piena e consapevole partecipazione del cliente può produrre il massimo dei risultati  e scoraggia ogni forma di dipendenza del cliente dalla sua persona

Le tecniche diagnostiche usate dal naturopata si rifanno al concetto di “costituzione” e “bilancio energetico” e prescindono totalmente dalla diagnostica medica.

I rimedi consigliati dal Naturopata non sono farmaci, ma prodotti da banco, liberamente in commercio.

Il Naturopata si impegna ad esercitare la sua attività secondo coscienza. Egli mantiene un comportamento giusto e leale con tutti, siano essi clienti, collaboratori o terzi in generale, evitando tutto quanto possa pregiudicare la reputazione personale e della categoria.

I rapporti con i colleghi devono essere improntati alla massima correttezza e solidarietà professionale. Costituisce una grave infrazione deontologica la denigrazione dei colleghi. Il Naturopata deve essere cosciente del proprio ambito di intervento. Egli non deve sconfinare nell’ambito di pertinenza di altre professioni né porsi in atteggiamento di antagonismo con le altre figure professionali di carattere sanitario.

Il Naturopata è tenuto a mantenere il segreto professionale. Sono vincolate dal segreto professionale anche tutte le persone che collaborano con il Naturopata e coloro che si preparano alla attività professionale sotto la sua guida.

Il Naturopata è libero nell’esercizio della sua attività e può rifiutare la prestazione se ritiene non sussista il necessario rapporto di fiducia con il potenziale cliente. Svolgendo la sua attività di educatore alla salute, può rilasciare una cartella con i consigli più adatti alla risoluzione del problema esaminato ed il resoconto aggiornato degli interventi di riequilibrio consigliati od attuati, garantendo in ogni caso la corretta conservazione dei dati personali in base alla normativa vigente.

Il Naturopata rinuncia a servirsi di qualifiche o titoli accademici che non gli competono. Il Naturopata si astiene da qualsiasi forma di pubblicità ingannevole.